CHI SIAMO



"Maestro Zamo" Francesco Zamori

Maestro Zamo/Francesco ZamoriFrancesco Zamori nasce a Prato il 16 Aprile del 1980, dove tutt’ora risiede.
Fin da piccolo, alla tenera età di undici anni, si appassiona al fenomeno americano del wrestling, con le mitiche telecronache di Dan Peterson, prima su Italia 1 ed in seguito sul circuito di Tele+2. La sua passione nasce così per caso, quando un amico d’infanzia gli consiglia di vedere questo sport-spettacolo nel ’91, dove impara ad apprezzare questi colossi del quadrato, che diventano per lui una vera e propria mania. La sua collezione di video, DVD e materiale sul wrestling è una delle più impressionanti del settore, e questo gli reputa il nomignolo affettuoso di "Maestro Zamo" (anche se - a parere di Francesco stesso - sembra che questo soprannome lo abbiano dato le sue "ammiratrici" per motivi non del tutto chiari...)

Nel 1999, quando ancora in Italia internet era un "affare per pochi" entra in contatto casualmente con Michele Posa, figura chiave del wrestling in Italia, prima commentatore WCW (World Championship Wrestling) su Sky Sports 1, poi WWE (World Wrestling Entertainment), ed entra così in contatto con uno dei più grandi siti di wrestling italiani della fine degli anni Novanta, Wrestlingmania. Nello stesso tempo, stringe una forte amicizia con un grande appassionato di wrestling e futuro presidente e promoter della federazione 100% italiana di wrestling ICW, Emilio Bernocchi.
Collaboratore assiduo di Wrestlingmania fino alla sua chiusura, Francesco intraprende un progetto importantissimo e del tutto personale, ed insieme all’amico Emanuele Vartolo, futuro giornalista dell’importante sito di wrestling TuttoWrestling, apre e fonda il sito WarriorMania, monografico web-site dedicato alla figura più emblematica ed importante del wrestling in Italia, The Ultimate Warrior.
In quegli stessi anni conosce meglio un altro appassionato "toscano d.o.c." di wrestling, compagno di "articoli" su WrestlingMania, Manuele Poli, che diventerà ben presto suo partner ideale dietro e fuori dal microfono. Grazie all’interessamente di Poli ed al rinnovato legame d’amicizia con Posa, Francesco approda al sito ufficializzato da Sky Sports 1 del commentatore in persona, The Bard. Francesco proseguirà la sua collaborazione con The Bard, portando una delle rubriche più apprezzate (ed imitate) del mondo del wrestling web, "Wrestling & Media", dove presenta tutti i film e le apparizioni extra-wrestling delle superstelle del quadrato.

"Wrestling & Media" ben presto approda ad altri lidi, e con esso anche Francesco e Manuele. Il mitico sito TotalWrestling diventa la loro nuova casa, insieme ad altre figure importantissime del mondo del wrestling italiano quali Christian Recalcati (attuale commentatore del programma WWE Smackdown! Su Italia 1) e Dan Peterson, di cui non c’è bisogno di dire di chi si tratta!
La ICW chiama, per un suo show a Campi Bisenzio (FI), presso il centro commerciale "I Gigli", la coppia Poli- Zamori; ben presto i due amici si scoprono una coppia affiatatissima; per la prima volta, infatti, il duo porta in Italia la formula americana del "commentatore amico" e "commentatore nemico", con Manuele che parteggia ed aiuta i "buoni" e Francesco pronto invece a dar forte alle scorrettezze dei furfanti del quadrato. Lo show entusiasma la Publitime, ente che aveva organizzato l’evento, e la coppia si riconferma per altri due show, uno a Perugia (nel quale troneggiava la presenza di due professionisti del settore inglesi, James Tighe e Andy Simmonz) e l’altro a Carugate, in provincia di Milano.
Quest’ultimo consacra il duo come commentatori ufficiali della ICW, con tanto di fan al seguito che li inseguono per tutta Italia con i loro striscioni e cartelloni, regalando a Francesco ed al suo amico Manuele delle soddisfazioni indicibili.
Attualmente il nome di Francesco Zamori è sinonimo di garanzia di spettacolo ed intrattenimento, tanto che una delle sue vecchie "creature", il sito WarriorMania, è tornato alla luce, con nuovi staffer e direttore, ma con la stessa carica di un tempo.



"Titan Morgan" Manuele Poli

Titan Morgan/Manuele PoliMi chiamo Manuele Poli e nell’ambiente del wrestling italiano sono conosciuto come Titan Morgan. Sono nato a Firenze nel 1977, risiedo a Vicchio del Mugello (FI) e nella vita sono un geometra libero professionista, iscritto all’albo.
Coltivo la passione del wrestling fin dal lontano 1986, anno in cui cominciai a seguire le telecronache della federazione giapponese chiamata New Japan Pro Wrestling su alcune emittenti locali. Fin da subito rimasi affascinato da questi grandi campioni che si sfidavano sul ring, anche se il mio amore vero e proprio per tale disciplina sbocciò un anno più tardi, quando vidi per la prima volta i programmi della World Wrestling Federation (oggi World Wrestling Entertainment) su Italia 1. In modo particolare, ad aver sollecitato il mio immaginario, è stata senz’altro la figura del leggendario pluricampione del mondo dei pesi massimi Hulk Hogan.
Quando, nel 1987 vidi questo straordinario atleta sollevare da terra il gigante francese Andrè the Giant, ogni personaggio dei cartoni animati o dei telefilm passò per me in secondo piano; quello sarebbe stato il mio nuovo eroe da seguire ed emulare. Fino allo scorso anno infatti, venivo considerato il sosia italiano di Hulk Hogan, in quanto portavo i baffi biondi ossigenati come lui ed ero solito abbigliarmi con le sue "t-shirt" e "bandana" in occasione di tutte le mie apparizioni pubbliche. Le mie foto così conciato sono presenti anche su vari siti americani dedicati a questo immortale campione.

Ho seguito il wrestling ininterrottamente per tutti questi anni grazie alla televisione terrestre e via satellite, videocassette, DVD, "internet", libri e riviste. Oggi sono in molti a definirmi un esperto in materia, ma a me non piace poi tanto questo appellativo. Sono un appassionato, prima di tutto. Uno che nonostante tutti gli anni che sono passati da quel lontano 1986, ancora si diverte a tifare e ad emozionarsi per i giganti del ring. Nel 2001 ho deciso di mettere la mia esperienza a disposizione della collettività ed ho cominciato a collaborare con un sito "web" chiamato WrestlingMania. Più tardi, ho sviluppato un nuovo progetto chiamato The Bard insieme a Michele Posa, uno dei commentatori dei programmi televisivi della World Wrestling Entertainment su Sky TV. Sono divenuto addirittura direttore di quel sito ed insieme a Michele e ad altri straordinari collaboratori lo abbiamo portato ad essere uno dei più seguiti ed apprezzati nell’intera comunità del "wrestling web".

Nel 2003 inizia quasi per scherzo la mia esperienza di presentatore e commentatore degli spettacoli di wrestling. La federazione Italian Championship Wrestling, in collaborazione con la PubliTime, doveva organizzare un evento presso il Centro Commerciale "I Gigli" a Campi Bisenzio (FI) ed aveva bisogno di un paio di commentatori che presentassero dal vivo lo spettacolo. Emilio Bernocchi, presidente della federazione, decide per questo di rivolgersi a me ed al mio amico Francesco Zamori, detto il Maestro Zamo. Il "duo" funziona alla perfezione, entrambi scopriamo di trovarci a nostro agio dietro al microfono parlando di fronte ad una vasta platea di spettatori e sia i vertici della Italian Championship Wrestling che gli organizzatori della PubliTime rimangono entusiasti della nostra prestazione e decidono di assumerci come coppia fissa al tavolo dei commentatori per tutti gli eventi organizzati in giro per l’Italia.
Sempre nella primavera del 2003, decido di tentare anche una nuova avventura nel mondo del "web", lasciandomi alle spalle la carica di direttore di The Bard per iniziare una collaborazione con Filippo Chiarello e con il commentatore di WWE SmackDown! Su Italia 1 Christian Recalcati sul loro sito Total Wrestling Network, all’epoca il più seguito ed apprezzato nell’intero panorama italiano ed il 5 luglio dello stesso anno, vengo chiamato a presentare dal vivo gli incontri del primo Wrestling Gala italiano organizzato a Monza dalla NU Wrestling Promotion in collaborazione con il sopraccitato sito, che vedeva tra gli altri la partecipazione del leggendario ex campione del mondo dei pesi massimi Bret "Hitman" Hart, la voce storica del wrestling in Italia Dan Peterson ed altri atleti americani ed europei quali Ruckus, Trent Acid e Bernard Van Damme.
In questi anni, il mio editoriale periodico "Titan Tron", passato attraverso tre differenti siti, è divenuta una delle rubriche più innovative e popolari dell’intero panorama italiano. Ed al mio impegno sul "web", ho affiancato la mia sempre più gratificante attività di commentatore e presentatore degli spettacoli di wrestling dal vivo insieme al "Maestro Zamo", un ruolo che mi sta regalando sempre più soddisfazioni.




www.myspace.com/titanmorgan

La pagina personale di "Titan Morgan" Manuele Poli su Myspace.com